Parco del Taburno, la sorpresa: sulla Dormiente vivono i caprioli

Il capriolo abita il massiccio del Taburno-Camposauro. A testimoniarlo ci sono le immagini delle fototrappole del progetto «Sve(g)liamo la Dormiente» installate nel parco regionale che hanno restituito un eccezionale filmato. L’ungulato con la tipica colorazione grigiastra del mantello invernale appare incuriosito dagli attrattivi odorosi utilizzati dai ricercatori ma anche diffidente dell’apparecchiatura, tanto da non entrare mai interamente nel campo ottico della foto- trappola. Le immagini sono state

recuperate a febbraio ma, spiegano i responsabili del progetto di tutela della biodiversità della «Dormiente», la notizia è stata di- vulgata solo sia per approfondire alcuni elementi sia per ragioni di sicurezza. «Anche se il video è brevissimo – spiegano gli esperti – documenta con certezza la pre- senza di questo cervide nel Ta- burno-Camposauro. È stata per i partner del progetto una bellissi- ma scoperta, recentemente con- fermata da altri avvistamenti. I teriologi del progetto interpreta- no queste presenze come una co-

lonizzazione originata dalle po- polazioni di capriolo reintrodot- te nel 2008 nel parco regionale del Matese. Ciò confermerebbe il pieno successo della reintrodu- zione, che ha costituito una popo- lazione in grado di colonizzare aree esterne al parco, e la buona qualità ambientale del Tabur- no-Camposauro». Un esemplare di capriolo sarebbe stato infatti osservato da un cittadino nella porzione di parco ricadente nel territorio di Bucciano.
Vincenzo De Rosa

https://www.ilmattino.it/benevento/capriolo-5221758.html

contribuisci con un'idea

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi